z
zeldathemes
coffeenuts:

smokeyhatesfire:zero-cinema:Moon Rise, Colorado

coffeenuts:

smokeyhatesfire:zero-cinema:Moon Rise, Colorado

catastrofe:

nei Simpson c’è già tutto il mondo contemporaneo prima che questo diventi contemporaneo

catastrofe:

nei Simpson c’è già tutto il mondo contemporaneo prima che questo diventi contemporaneo

silenzicheuccidono:

quanto mi descrive.

silenzicheuccidono:

quanto mi descrive.

breathtakingdestinations:

Santa Monica - California - USA (von jacqueline.poggi)

breathtakingdestinations:

Santa Monica - California - USA (von jacqueline.poggi)

Non muori ma il dolore lo senti.

— American Horror Story.  (via unmotivopervivere)

-

(via unaguerradacombattere)

(via la-rondine-in-inverno)

-

(via stronza-comeilmondo)

Pazzesco. Pazzesco scoprire che sai come si muore, ma non sai come si vive.
Fabio Volo (semplicementealice)
iltempocisfugge:

quelmareciavevafregato:

circolodellamorte:

looking-for-the-end

no ma AHAHAHAH

MERITA LA MIA STIMA.

iltempocisfugge:

quelmareciavevafregato:

circolodellamorte:

looking-for-the-end

no ma AHAHAHAH

MERITA LA MIA STIMA.

uncuoreinfranto:

theblogofaninvisiblegirl:

ancheimostrisannoamare:

kriselda96:

stomorendodentro96:

Una madre caccia il figlio di casa perché gay. Questo va a ‘rifugiarsi’ dal nonno, che indignato prende carta e penna per scrivere a sua figlia, nonché madre del ragazzo. Cara Christine: Sono molto deluso da te come figlia. Hai ragione, c’è un “disonore in famiglia”, ma non hai capito quale. Buttare Chad fuori di casa semplicemente perché ti ha detto che era gay è il vero “abominio”. Un genitore che disconosce il proprio figlio, ecco cos’è “contro natura”. L’unica cosa intelligente che ti ho sentito dire in tutta questa faccenda è “non ho allevato mio figlio perché fosse gay”. Certo che no. E’ nato così e non lo ha scelto, non più di quanto si possa scegliere di essere mancini. Tu, invece, hai scelto. Hai scelto di fare del male, di essere chiusa di mente e retrograda. Perciò, visto che stiamo giocando a disconoscere i figli, colgo l’occasione per dirti addio. Ora ho un favoloso (come dicono i gay) nipote da crescere, e non ho tempo per una figlia stronza. Quando ritroverai il tuo cuore, facci un fischio. Papà


….

Rebloggo sempre.

Dio, piango

uncuoreinfranto:

theblogofaninvisiblegirl:

ancheimostrisannoamare:

kriselda96:

stomorendodentro96:

Una madre caccia il figlio di casa perché gay. Questo va a ‘rifugiarsi’ dal nonno, che indignato prende carta e penna per scrivere a sua figlia, nonché madre del ragazzo.

Cara Christine:
Sono molto deluso da te come figlia.
Hai ragione, c’è un “disonore in famiglia”, ma non hai capito quale.
Buttare Chad fuori di casa semplicemente perché ti ha detto che era gay è il vero “abominio”. Un genitore che disconosce il proprio figlio, ecco cos’è “contro natura”.
L’unica cosa intelligente che ti ho sentito dire in tutta questa faccenda è “non ho allevato mio figlio perché fosse gay”. Certo che no. E’ nato così e non lo ha scelto, non più di quanto si possa scegliere di essere mancini.
Tu, invece, hai scelto. Hai scelto di fare del male, di essere chiusa di mente e retrograda. Perciò, visto che stiamo giocando a disconoscere i figli, colgo l’occasione per dirti addio.
Ora ho un favoloso (come dicono i gay) nipote da crescere, e non ho tempo per una figlia stronza.
Quando ritroverai il tuo cuore, facci un fischio.
Papà

….

Rebloggo sempre.

Dio, piango